NBA, i primi giorni di Belinelli nei Chicago Bulls

Marco Belinelli ha esordito in maglia Bulls nel training camp in preparazione dell'inizio stagione NBA.

di Marco Ferraro 4 ottobre 2012 12:10

A poco meno di un mese dal via della stagione 2012-2013 di NBA, è arrivato il momento per Marco Belinelli di ripartire con una nuova avventura, questa volta ai Chicago Bulls di Derrick Rose. Dopo altre tre squadre negli Stati Uniti, Golden State, Toronto Raptors ( con l’altra star italiana Andrea Bargnani) e le ultime due stagioni con la maglia di New Orleans, è arrivato il momento per il cestista bolognese di giocarsi l’anello, visto che al suo fianco avrà nientepopodimeno che sua maestà Derrick Rose, al rientro dopo l’intera stagione 2011-2012 fuori per un grave infortunio al ginocchio e desideroso di un pronto riscatto.

Il contratto firmato dal ventiseienne italiano dura una sola stagione per una cifra vicina ai 2 milioni di dollari, ma Belinelli vuole guadagnarsi la conferma per vincere con i Bulls ed è convinto di potercela fare, visto che può contare su Rose che ha già speso belle parole per l’ex New Orleans: “Il mio obiettivo per quest’anno? Voglio vincere. Venire a Chicago è stata una scelta importante. L’obiettivo è sempre quello di migliorarmi cercando però di fare più strada possibile per vincere. Quest’estate ho lavorato molto, sia sul piano fisico che sul tiro che sulle altre componenti del mio gioco. Voglio farmi trovare pronto fin da questo inizio, dimostrare di essere già al 100%. Mi sono presentato al training camp in condizioni fisiche eccellenti, anche perché so che l’allenatore ci tiene“, ha dichiarato Marco Belinelli in un’intervista concessa a La Gazzetta dello Sport.

Il cestista bolognese ha appena terminato la due giorni di training camp con i Bulls, dove ha già potuto mostrare le sue qualità e dove ha potuto avere un primo impatto della sua nuova esperienza: “L’impatto è stato sicuramente positivo. Ci stiamo allenando duramente, siamo una squadra abbastanza nuova ma stiamo lavorando bene e tanto. Ci stiamo concentrando sia sulla difesa che sui giochi di attacco: rispetto agli anni passati direi che il lavoro è sicuramente più tosto e intenso. C’è molta voglia di far bene, siamo un bel gruppo“.

0 condivisioni e commenti
Condividi e commenta!

Commenti