NBA, Justin Timberlake diventa azionista dei Memphis Grizzlies

Dopo Jay Z, un altro cantante americano entra nella NBA: Justin Timberlake sarà presto azionista dei Memphis Grizzlies.

di Marco Ferraro 9 settembre 2012 19:47

Fino ad ora lo conoscevamo come cantante prima di tutto, e poi lo abbiamo anche visto darsi al cinema, recitando come protagonista in diversi film di successo o meno come “Alpha Dog”, “The Social Network” e “Amici di Letto” in compagnia della bella Mila Kunis. Stiamo parlando di Justin Timberlake, che ora si è dato al basket, non come giocatore professionista ingaggiato da qualche squadra di NBA, bensì come azionista, più precisamente, l’ex cantante degli N’Sync è diventato azionista dei Memphis Grizzlies. Timberlake, prenderà parte alla cordata capeggiata dal miliardario statunitense Robert Pera, prossimo all’acquisto della franchigia NBA. Secondo fonti vicine a Pera, il multimiliardario “ha messo insieme una cordata forte in cui figurano Justin Timberlake, altri personaggi famosi legati a Memphis e partner strategici a livello nazionale”. Il tutto si dovrebbe concludere per la ‘modica’ cifra di 350 milioni di dollari, offerta che dovrebbe essere accettata dall’ormai ex proprietario dei Grizzlies, Michael Heisley. L’accordo, raggiunto già prima dell’estate, più precisamente lo scorso giugno, verrà tra pochi giorni messo nero su bianco.

Dopo Jay Z, la NBA assiste ora allo sbarco di una nuova star della musica statunitense ma anche del cinema. Il trentunenne infatti, dopo aver raggiunto il successo verso la fine degli anni 90 con la boy band N’Sync, ha raggiunto l’apice della fama come solista vincendo addirittura sei Grammy Awards. Cresciuto nella periferia di Memphis, a Millington, da anni Timberlake si sta prodigando per la sua città natale, dapprima ristrutturando un campo da golf, fino ad ora con l’entrata nei Memphis Grizzlies, società da anni nel limbo della NBA. L’arrivo di Timberlake potrebbe essere l’occasione giusta per far ripartire una franchigia sempre ai margini della lega di basket più importante al mondo, con nuovi capitali ma soprattutto con una figura come lui che potrebbe dare una garanzia di immagine e pubblicità per attrarre cosi dei campioni a Memphis.

0 condivisioni e commenti
Condividi e commenta!

Commenti