Olimpiadi 2012, Bolt a Londra con qualche problema fisico

Usain Bolt gareggerà a Londra con qualche acciacco fisico.

di Marco Ferraro 10 luglio 2012 16:56

Le Olimpiadi di Londra si avvicinano e senza ombra di dubbio uno dei protagonisti più attesi è il velocista giamaicano Usain Bolt. Le ultime notizie sul fenomeno di Kingston non sembrano pero’ essere molto positive. Infatti, la scorsa settimana Bolt è andato a Monaco di Baviera per farsi curare un grave stiramento muscolare dallo specialista tedesco Hans-Wilhelm Müller-Wohlfahrt, solamente qualche giorno dopo aver subito una doppia cocente sconfitta nei 100 e nei 200 metri per mano del suo connazionale Yohan Blake. Proprio dopo i 200 metri, come rivela il tabloid britannico Daily Mail,  Bolt ha subito un brutto stiramento al tendine posteriore del ginocchio destro.

Alcuni giorni dopo, è uscita una dichiarazione del suo staff con la quale veniva annunciato il ritiro del giamaicano dalla Diamond League  di Monaco di Baviera dove avrebbe dovuto fare la sua ultima gara nei 200 metri prima delle Olimpiadi. Ora, il viaggio in Germania comincia a destare qualche preoccupazione nei suoi tifosi per le sue condizioni fisiche in vista di Londra. A ridare un barlume di speranza ci ha pero’ pensato il suo agente Ricky Simms che h seccamente smentito eventuali problemi fisici a Londra e ha tenuto a precisare che il giamaicano non ha alcun problema e sarà regolarmente pronto e arruolabile per i giochi olimpici. Simms ha aggiunto che Bolt si trova già a Londra, si sta allenando regolarmente e ci rimarrà fino all’arrivo dei suoi compagni di Nazionale con i quali si ritroverà a Birmingham, sede del ritiro della nazionale caraibica.

Certamente, queste notizie date dall’agente di Bolt non faranno piacere solamente ai suoi tifosi ma anche agli organizzatori di Londra 2012, che, secondo quanto riportato dal Daily Mail, hanno fissato a 725 sterline il prezzo per un biglietto delle gare che disputerà il fenomenale atleta giamaicano, compresa la finale dei 100 metri.  Bolt aveva anche disdetto la sua partecipazione ai trials giamaicani per non forzara il ginocchio e per evitare una possibile ricaduta del suo infortunio.

1 condivisioni e commenti
Condividi e commenta!

Commenti