Olimpiadi 2012, Phelps e Bolt ripeteranno le imprese di Pechino?

Riusciranno i due campioni dello sport mondiale, Michael Phelps e Usain Bolt, a ripetere le imprese di quattro anni fa a Pechino?

di Marco Ferraro 15 luglio 2012 19:48

Michael Phelps, in piscina, mentre alza in aria un pugno. Usain Bolt, sulla pista mentre si batte il petto. Sicuramente sono le due immagini indelebili delle Olimpiadi di Pechino  di quattro anni fa, sono i festeggiamenti dei due atleti dopo la conquista delle medaglie d’oro e dei record del mondo ottenuti dal nuotatore americano e dallo sprinter giamaicano.Dopo le meraviglie che hanno fatto quattro anni fa, tutti gli occhi saranno puntati su di loro quando andranno in scena a Londra 2012. Entrambi sembrano sì imbattibili, ma questa volta nessuno pensa che i due possano ripetere le straordinarie imprese portate a termine in terra cinese.
Phelps, che ha eclissato il record di Mark Spitz di sette medaglie d’oro, migliorato con otto, ora deve preoccuparsi di essere più veloce di Ryan Lochte, verà novità del mondo della vasca. Usain Bolt, il primo uomo a battere ogni record mondiale,  nei 100 e 200 metri e 400 si troverà sulla stessa pista olimpica con Yohan Blake, uno dei principali rivali dello sprinter giamaicano.

Per Phelps, la minaccia Lochte è più che reale, visto ciò che ha ripetutamente detto il nuotatore statunitense: “A Londra vinco io” , e ai campionati del mondo dell’anno scorso ha dimostrato che non si lascerà di certo intimidire da Phelps,  battendolo due volte. Poi la sfida tra i due si è ripetuta, ma questa volta Phelps si è preso la rivincita sul connazionale battendolo in tre dei quattro eventi andati in scena negli Stati Uniti il ​​mese scorso. “Entrambi non vogliamo perdere contro l’altro”, ha detto Phelps. “Ogni volta che si entra in acqua, non importa quale corsa sia, riesce a tirare fuori il meglio da me perchè sento la competizione, e sono contento di questo perchè non ho mai avuto tanti rivali così forti nella mia carriera”. I due si ritroveranno faccia faccia in due gare: nei 200 e nei 400 misti individuali. Anche Usain Bolt avrà le sue difficoltà a ripetere le gesta di Pechino che lo hanno reso una vera e propria icona dello sport mondiale. Detto del nuovo nome dell’atletica giamaicana, quel Yohan Blake già capace di battere Bolt, con il quale ha condiviso non poche sessioni di allenamento, anche per Asafa Powell, recentemente intervistato da Sports Illustrated, per Bolt non sarà facile ripetersi anche a Londra: “E’ il campione in carica, e sicuramente vorrà esserlo di nuovo. Ma ci sono un sacco di velocisti che vogliono sfidarlo e rubargli lo scettro di campione”, ha detto Powell. “Quindi non sarà facile come Pechino. Sicuramente, deve guardarsi le spalle”.

3 condivisioni e commenti
Condividi e commenta!

Commenti