Olimpiadi 2012, altri 3500 soldati sorveglieranno i Giochi

In Inghilterra scoppia la grana della sicurezza a pochi giorni dall'inizio delle Olimpiadi di Londra.

di Marco Ferraro 12 luglio 2012 14:38

La Gran Bretagna ha deciso di schierare altri 3.500 militari, che erano rimasti in attesa di ordini, per proteggere i vari luoghi dove si svolgeranno le Olimpiadi di Londra. La decisione è stata presa dopo che la società privata incaricata di gestire la sicurezza ha fatto sapere che potrebbe non essere in grado di fornire le guardie di sicurezza abbastanza in tempo per l’evento a causa di problemi di reclutamento e formazione del personale. La società privata è la G4S, contattata dal comitato organizzatre di Londra 2012 per fornire la maggior parte delle 13.200 guardie di sicurezza private per le 100 sedi delle gare. In un comunicato, il ministero del governo in carica della criminalità e della sicurezza ha detto che i soldati sarebbero già pronti per essere mandati in tutti i luoghi delle gare per coprire eventuali lacune di personale.

“Abbiamo deciso di offrire un ulteriore aiuto alla G4S rivedendo il livello di supporto militare,” ha fatto sapere il Ministero degli Interni inglese. Come riporta la BBC, il Segretario alla Difesa, Philip Hammond, in settimana confermerà tutti i dettagli al Parlamento in una dichiarazione scritta ufficiale. La G4S ha comunque fatto sapere che spera ancora di essere in grado di fornire personale adeguato, ma il governo britannico si sta cautelando mettendo le truppe in allerta, pronti ad essere dislocati rapidamente se la società privata non fosse più in grado di soddisfare le richieste del comitato organizzatore londinese. “Questo è stato un reclutamento senza precedenti e molto complesso, la formazione e il dislocamento, sono stati effettuati in uno stretto lasso di tempo”, ha detto la società privata in un comunicato. “Abbiamo avuto alcuni problemi in relazione all’offerta di forza lavoro e nella programmazione nelle ultime due settimane, ma stiamo cercando di risolvere questi problemi in fretta”.

L’azienda ha accettato l’aiuto del governo inglese per aumentare il numero di soldati e addetti alla sicurezza. Non è chiaro ora, se saranno previste delle sanzioni per la G4S visto il mancato adempimento del contratto. La Gran Bretagna ha stanziato ben 857 milioni dollari per la sicurezza locale, che copre le arene e gli stadi di Londra e una serie di altre località in tutta la Gran Bretagna, tra cui un centro nautico nell’Inghilterra meridionale e cinque stadi di calcio.

In tutto il paese sono stati già schierati  7.500 soldati e altri 6.000  erano stati precedentemente messi in pre allarme per fornire altri compiti di sicurezza nel caso in cui ce ne fosse stato bisogno. Se tutto il personale militare sarà schierato,  tra cui i 3.500 soldati annunciati dal ministero degli Interni, in tutto verranno dispiegati 17.000 militari. Per avere un’idea del grande dispiegamento di forze per garantire la sicurezza, basta pensare che la Gran Bretagna ha attualmente 9.500 soldati impegnati in Afghanistan. Quasi la metà in meno dei soldati dispiegati per Londra 2012. Oltre ai 17.000 soldati, verranno dispiegati anche 12.000 poliziotti, 3.000 volontari, alcuni caccia Typhoon, elicotteri, due navi da guerra e anche esperti artificieri pronti a garantire la sicurezza dei tifosi provenienti dal tutto il mondo per i Giochi di Londra.

0 condivisioni e commenti
Condividi e commenta!

Commenti