Olimpiadi 2012, notti insonni per Bolt. Colpa del materasso

Usain Bolt ha problemi di sonno a pochi giorni dal via delle Olimpiadi di Londra.

di Marco Ferraro 20 luglio 2012 12:48

Ad una settimana dal via dei Giochi Olimpici 2012 di Londra, spuntano altri problemi per una delle star più attese di questa edizione dei Giochi, lo sprinter giamaicano Usain Bolt. Come se non bastasse l’infortuni alla parte posteriore del ginocchio che potrebbe pregiudicare le sue prestazioni in Inghilterra, come se non bastasse il nuovo rivale Yohan Blake, accreditato come l’unico che potrebbe togliere lo scettro a Bolt dopo averlo già battuto per ben due volte, ora ci si mette anche il mal di schiena e le notti insonni a frenare il fenomenale atleta giamaicano. Infatti, secondo quanto riportato dal quotidiano britannico “The Telegraph“, l’allenatore di Bolt, Glenn Mills, avrebbe chiesto alla University of Birmingham, dove sta alloggiando attualmente l’atleta giamaicano, di cambiare materasso. Bolt infatti si sarebbe lamentato per la poca comodità del materasso che lo ha costretto a passare alcune notti insonne.

A confermare la richiesta ci ha pensato Zena Wooldridge, direttrice della struttura che ospita il giamaicano: “Il tecnico Glen Mills ha espresso preoccupazioni circa il fatto che Bolt possa dormire nel modo più confortevole possibile  abbiamo quindi provveduto a fornire uno speciale materasso ortopedico più adatto ai suoi bisogni”. Ma siamo proprio sicuri che sia il materasso la vera causa delle notti insonni di Bolt? In realtà voci provenienti dal mondo dell’atletica riportano di un Bolt in tensione per le prossime Olimpiadi e per l’avversario che si ritroverà davanti e che potrebbe rubargli lo scettro di re dei 100 e dei 200 metri, il connazionale Yohan Blake, che ha sconfitto per ben due volte “Lightning Bolt” agli ultimi trials giamaicani.

 La sfida tra i due è già cominciata e a Londra sono previste scintille. Blake è l’atleta del momento, ma Bolt puo’ ancora contare sull’affetto e sull’appoggio del pubblico, che viceversa detesta Blake. La sfida verbale tra i due è già iniziata, con Bolt che nonostante le sconfitte ha voluto mandare un chiaro messaggio al suo rivale: “Sono ancora io il numero 1. E lo dimostrerò a Londra”. Blake non ha fatto attendere la sua risposta: “Io sono il nuovo volto della velocità. Sono in forma. Mi sono allenato a correre in pista, non dietro agli sponsor”, lanciando una bella frecciata al detentore del record mondiale. Di sicuro ne vedremo delle belle a Londra.

0 condivisioni e commenti
Condividi e commenta!

Commenti