Olimpiadi 2012, scatta l’allarme inquinamento

Dopo il rischio di falle nella sicurezza, un nuovo problema, questa volta ambientale, si abbatte sui Giochi Olimpici di Londra.

di Marco Ferraro 18 luglio 2012 13:00

Ancora devono iniziare e già si registrano i primi disagi ai Giochi di Londra. A dieci giorni dal via, dopo il caso-sicurezza scoppiato in settimana ora scoppia un nuovo problema per il Comitato Olimpico Internazionale (CIO) e per il Comitato Organizzativo di Londra 2012 (LOCOG). Infatti, Londra 2012 rischia di essere ricordata, come i Giochi di quattro anni fa a Pechino, come una delle Olimpiadi più inquinate della storia. Oltre a risentirne la salute dei tifosi, a rischio ovviamente c’è anche quella degli atleti e di conseguenza ne potrebbe risentire lo spettacolo, visto che le prestazioni di molti atleti potrebbero peggiorare a causa dello smog estivo che ricopre Londra.

L’allarme è stato lanciato da Keith Prowse, consulente medico esperto in malattie della respirazione della  British Lung Foundation, il quale, in un rapporto inviato al CIO  e al LOCOG, afferma che lo smog potrebbe compromettere fortemente le gare che si svolgeranno all’aperto e quindi le prestazioni degli atleti che vi parteciperanno: “gli atleti non potranno dare il massimo nelle gare di resistenza ed andranno soggetti ad infiammazioni delle vie respiratorie”.

0 condivisioni e commenti
Condividi e commenta!

Commenti