Paralimpiadi 2012, la prima medaglia azzurra arriva dal nuoto: bronzo per Morlacchi

Arriva subito la prima medaglia ai Giochi Paralimpici di Londra: la conquista nel nuoto Federico Morlacchi.

di Marco Ferraro 31 agosto 2012 12:56

Parte subito bene l’avventura della compagine italiana alla quattordicesima edizione delle Paralimpiadi di Londra 2012. Il primo dei 91 atleti della selezione azzurra sbarcata a Londra ad acciuffare una medaglia e Federico Morlacchi, che si guadagna un ottimo bronzo nel nuoto, nella finale dei 100 m farfalla. Morlacchi ha gareggiato nella classe S9, che riuniva gli atleti affetti da una ipoplasia congenita al femore sinistro. Un’estate davvero da incorniciare per il ragazzo 18enne: infatti, solamente due mesi fa Morlacchi ha finito la scuola passando l’esame di maturità, e ieri si è ritrovato sul podio olimpico con una inaspettata medaglia di bronzo, conquistata con il tempo di 1’01’’68. Che l’Italia del nuoto paralimpico abbia trovato un nuovo gioiello? E’ quello che spera Luca Pancalli, per ora ha dimostrato di essere davvero un giovane di belle speranze.

Per quanto riguarda invece le altre gare che hanno visto impegnati atleti italiani, le speranze di medaglia arrivano da Fabrizio Sottile e Emanuela Romano, entrambi alla prima Paralimpiade e tutti e due qualificatisi per le loro finali, Sottile nei 400 metri stile libero e Romano nei 100 metri dorso. Brutte notizie arrivano invece dai 100 metri farfalla femminili, dove Immacolata Cerasuolo, veterana dei Giochi Paralimpici e oro conquistato otto anni fa ad Atene, non è riuscita a qualifcarsi per la finale. In gara ieri anche il portabandiera dell’Italia Oscar De Pellegrin, impegnato nel primo turno del tiro dell’arco individuale, che non ha deluso le aspettative guadagnandosi l’accesso agli ottavi di finale che si disputeranno oggi alle 13.15

 Passando agli sport di squadra, brutte notizie arrivano dalla nazionale di basket in carrozzina, che nell’esordio di ieri mattina contro la Spagna cade con un pesante punteggio di 67-40 per la nazionale iberica. Ora pero’ arriva il peggio per gli azzurri, chiamati ad una vera e propria impresa per passare un girono a 6 che definire di ferro è poco: i ragazzi allenati da Clifford Fisher dovranno vedersela oggi (a partire dalle 16.15) con gli Stati Uniti, anche loro partiti male, nonostante siano tra i favoriti per l’oro, vista la sconfitta con la Turchia per 59-50.

0 condivisioni e commenti
Condividi e commenta!

Commenti