Paralimpiadi, doppio oro e record per la Camellini nel nuoto

Grande prova nel nuoto di Cecilia Camellini, che porta a casa due ori e il record del mondo nei 50 stile classe S11 (non vedenti).

di Marco Ferraro 2 settembre 2012 12:18

Non poteva iniziare meglio questa quattordicesima edizione delle Paralimpiadi per la selezione italiana giunta a Londra con un carico di sogni e con la speranza di migliorare le 18 medaglie conquistate quattro anni fa a Pechino. Due ori nella stessa giornata, conquistati dalla stessa persona, che è riuscita persino a portare a casa il record del mondo nei 50 stile nella classe riservata ai non vedenti, la S11. Stiamo parlando della nuotatrice Cecilia Camellini, che, in poco meno di 24 ore è riuscita ad ottenere due ori e un record del mondo nei 50, ottenuto con il tempo di  31’’15. Il primo oro, che è anche il primo per gli azzuri a Londra, è arrivato di mattina, proprio nei 50 dove ha stabilito il record del mondo, dopo un’intensa gara da incorniciare che l’ha inoltre portata a migliorare i due argenti ottenuti nel 2008 a Pechino. Questo il commento -riportato da Gazzetta dello Sport.it- di Luca Pancalli, numero uno del Comitato Paralimpico Italiano sulla vittoria della Camellini: “Cecilia non finisce di stupire. Questi risultati sono solo la conferma della fiducia che avevo in lei. Vederla nuotare mi fa venire la pelle d’oca. Con queste medaglie, la grande famiglia del nuoto dimostra la sua competitività. Ma sono sicuro che il nostro cammino paralimpico ci darà altre soddisfazioni”.

Non contenta di un oro e del record del mondo, la ventenne nuotatrice si è ripetuta anche di sera, nei 100 stile, dove vince il suo secondo oro e abbassa ancora il suo tempo di gara, portandolo a 30’’94. Le medaglie ottenute dalla spedizione ai Giochi Paralimpici di Londra, per ora si fermano a 4. Diciamo “per ora”, perchè il medagliere aumenterà nelle prossime ore. Infatti, già almeno un’altra medaglia è sicura: oggi, la friulana Pamela Pezzutto, si giocherà l’oro nel tennis tavolo contro la numero uno e detentrice del titolo paralimpico, la cinese Jing Liu. Da sottolineare che questa sfida è la replica della sfida andata in scena quattro anni fa a Pechino, dove a spuntarla fu la padrona di casa Liu con il risultato di 3-1. Quattro anni dopo, potrebbe essere l’occasione giusta per la trentunenne friulana per “vendicarsi” e portare a casa l’oro perso nel 2008. Da segnalare, infine, la qualificazione in semifinale per il portabandiera azzurro Oscar De Pellegrini nel tiro con l’arco individuale. De Pellegrin gareggerà domani contro Lung Tseng.

0 condivisioni e commenti
Condividi e commenta!

Commenti