Usain Bolt si fa biondo e annuncia il suo futuro dopo Rio

Usain Bolt diventa biondo per la tv e ha annunciato i suoi progetti per il dopo Rio 2016.

di Marco Ferraro 24 ottobre 2012 19:19

In fondo lo aveva già annunciato due mesi fa, durante i Giochi Olimpici di Londra 2012: il desiderio ormai non più tanto segreto di Usain Bolt,  è quello di lasciare l’atletica per diventare calciatore. Tra un sogno e l’altro, l’uomo più veloce del mondo ha anche trovato il tempo di tingersi i capelli di biondo platino. Le foto di questa sua momentanea trasformazione sono visibili sul profilo twitter ufficiale del corridore giamaicano, “@usainbolt”. Ci sottolineamo a dire, soprattuto per coloro che rimarranno scioccati nel vedere la trasformazione del velocista giamaicano, che si è trattato solamente di un cambio di colore temporaneo per permettere a Bolt di partecipare ad un cameo nella serie tv comica “The Californians”, serie televisiva che sbeffeggia le serie televisive californiane piene di stereotipi, come per l’appunto i protagonisti che sono nella maggior parte dei casi degli uomini muscolosi biondi. Bolt ha presentato il suo nuovo look in anteprima alla popolare trasmissione statunitense “Saturday Night Live”, poco prima di partire per il Brasile.

Il paese sudamericano è stato infatti la seconda tappa del suo tour nel continente americano, e lo sprinter giamaicano ha potuto visitare Rio de Janeiro e ha potuto dare una prima occhiata agli impianti, ancora in fase di costruzione, che ospiteranno le gare della prossima olimpiade di Rio 2016. In occasione di un incontro con la stampa, Bolt ha rivelato quali sono i suoi programmi per il futuro, in particolare per il dopo Rio: “Mi piacerebbe molto fare il calciatore, pratico già questo sport, ma dopo le Olimpiadi di Rio de Janeiro 2016,  vedrò se riuscirò a trovare una squadra, io penso che potrei essere un buon calciatore”. Idee chiare per Superman Bolt: il suo sogno è cimentarsi nel mondo del calcio, e perchè no proprio nel Manchester United, sua squadra del cuore e per la quale ha già svolto una sorta di provino premio al termine di Londra 2012.

Bolt ha trovato il tempo anche per parlare di atletica e di quali saranno i suoi piani per le prossime gare: “Avevo pensato di fare anche il salto in lungo per poi presentarmi qui a Rio in questa disciplina, ma il mio allenatore non è d’accordo, è preoccupato dei problemi alle ginocchia che può provocare questa specialità”, ha detto Bolt. Il giamaicano ha ben chiaro i suoi obiettivi per i prossimi quattro anni, ma ha anche capito che non sarà facile rimanere su questo livello che gli ha permesso di diventare l’uomo più veloce del mondo: “Fra 4 anni sarò più vecchio e non sarà facile mantenere questo livello di performance, ma lavorando un pò di meno negli allenamenti per non stressare troppo il mio fisico posso continuare a far bene, non sono preoccupato, fra 4 anni sarò ancora in forma”.

47 condivisioni e commenti
Condividi e commenta!

Commenti