Champions League, la Juve può davvero vincerla?

Spunti utili in vista della ripresa delle coppe europee

di Maria Barison 11 Febbraio 2021 16:37
Spread the love

Siamo giunti al momento clou della stagione 2020/2021. Tutte le competizioni nazionali sono arrivate al giro di boa, mentre in Europa ci si accinge a gustare le sfide ad eliminazione diretta. La Champions League partirà dagli ottavi di finale, mentre l’Europa League inizierà con un turno in più: i sedicesimi. Partite da giocarsi sul computo dei 180 minuti, non di 90, con match di andata e ritorno.

Per quanto concerne l’ex Coppa dei Campioni, le speranze italiane sono legate a tre squadre, dato che una è uscita prematuramente alla fase a gironi: l’Inter di Antonio Conte. In gioco, dunque, sono rimaste la Lazio di Simone Inzaghi, l’Atalanta di Gian Piero Gasperini e la Juventus di Andrea Pirlo, su cui sono concentrate le maggiori attenzioni, in quanto è l’italiana più accreditata per la vittoria finale dando uno sguardo al palinsesto dei pronostici sulla Champions, che la danno favorita anche per il passaggio del turno negli ottavi di finale.

I bianconeri, infatti, dovranno vedersela con il Porto di Sergio Conceiçao. I lusitani sono certamente una squadra che in Europa sa il fatto suo e che contro le italiane, solitamente, si esprime al meglio. Ne sa qualcosa la Roma qualche anno fa, eliminata dai portoghesi proprio agli ottavi di finale di Champions League. Ma la Juventus è seriamente intenzionata ad arrivare in fondo alla competizione, anche se la domanda che tutti i tifosi bianconeri si pongono è se davvero la propria squadra possa vincere la Coppa dalle Grandi Orecchie. Un quesito cui cercheremo di rispondere nelle prossime righe.

La Juventus è stata costruita in estate per poter affrontare al meglio tutte le competizioni alle quali partecipa, sia in patria che in Europa. La rosa a disposizione di Andrea Pirlo è lunghissima e fatta di giocatori di alta caratura, tra cui i nuovi arrivati Arthur, Kulusevski e Federico Chiesa. L’incognita principale è rappresentata proprio dal nuovo tecnico, che si può definire a tutti gli effetti un esordiente nel mondo degli allenatori.

Dopo un inizio piuttosto altalenante, però, Pirlo sta trovando una certa costanza di risultati, come dimostra la rimonta che prosegue in Serie A alla caccia di Milan e Inter, oltre che il cammino eccellente affrontato sinora proprio in Champions League. Cristiano Ronaldo e compagni, infatti, hanno dato vita a un girone disputato in maniera quasi del tutto perfetta, ad eccezione della sfida di andata all’Allianz Stadium contro il favoritissimo Barcellona, finita 0-2 per i catalani.

Da quel momento, però, i bianconeri hanno infilato una serie di vittorie consecutive che gli hanno permesso di staccare il pass per gli ottavi di finale con ben due giornate di anticipo e di potersi giocare addirittura il primato nel girone contro gli spagnoli al Camp Nou. Obiettivo che sembrava impossibile e che, invece, è stato centrato alla grande.

Una prestazione super in casa di Messi e Griezmann, che ha permesso alla Juventus di vincere il match per 3-0 e strappare al Barcellona il primo posto. Una circostanza che ha favorito nettamente gli uomini di Pirlo nel sorteggio, dato che ha evitato pericoli enormi come il Bayern Monaco campione in carica o le inglesi, come il Manchester City di Guardiola e il Liverpool di Jurgen Klopp. Quindi sì, la Juventus ha serie chances di arrivare in fondo alla competizione, anche se dovrà fare un passo alla volta, proprio a partire dal Porto.

Commenti