Juventus e Champions League: il matrimonio non sa da fare

Con l’eliminazione arrivano anche le polemiche sulla stagione juventina, deludente per tutti i tifosi. Non servirà l’ottavo scudetto consecutivo, ad addolcire la pillola.

di Roberto S. 17 Aprile 2019 14:11

juventus champions league

Juventus e Champions League, c’è ancora un rinvio per il grande sogno bianconero. La “coppa maledetta” per per le zebre se ne va ancora, e stavolta senza grandi recriminazioni, visto che l’Ajax ha ampiamente meritato di passare il turno, giocando meglio dei bianconeri in entrambi i confronti.

La Juve esce di nuovo ai quarti, e partono le grandi polemiche, mentre il titolo in borsa crolla fino al 25% prima di recuperare a -14%.

Le polemiche

Con l’eliminazione arrivano anche le polemiche sulla stagione juventina, deludente per tutti i tifosi. Non servirà l’ottavo scudetto consecutivo, ad addolcire la pillola. Per la società ormai l’obbiettivo, o meglio l’ossessione, è la coppa dalle grandi orecchie. Se a questo si aggiunge anche l’eliminazione dalla Coppa Italia, la stagione assume contorni tristi, visto l’acquisto di Ronaldo, che ora torna a far polemica.

I tifosi ce l’hanno con Allegri, incapace, a loro dire, di non aver dato un gioco alla squadra. Le recriminazioni aumentano vedendo giocare (splendidamente) l’Ajax. Con il bel gioco non si vince un trofeo così importante, dicono ora molti addetti ai lavoro. Ma il Real, che di coppe ne ha vinte tre consecutive e quattro in un quinquennio, non era certo il Barcellona di Guadiola.

La verità è che serviva di più, attorno a Ronaldo. Non sappiamo se il suo acquisto sia stato sbagliato. I fatti dicono che la Juve aveva fatto meglio senza di lui, e forse non valeva la pena puntare su un investimento così importante, per un giocatore sulla via del tramonto, che non è riuscito a dare quell’impronta vincente per arrivare ad alzare il trofeo tanto sognato.

Commenti