Molders piega il Bayern Monaco dopo 53 partite

I campioni di Germania cadono di fronte all'Augsburg, interrompendo una striscia positiva che durava da un anno e mezzo.

di Gioia Bò 5 aprile 2014 18:57
bayern monaco ko

Un anno e mezzo senza sconfitte in campionato. Cinquantatre lunghissime partite senza delusioni cocenti. E’ l’incredibile striscia positiva del Bayern Monaco, che in Bundesliga non cedeva il passo dall’ormai lontanissimo 20 ottobre 2012, quando cadde sotto i colpi del Leverkusen. Fino ad oggi, appunto. Fino a quando sulla strada dei bavaresi non è arrivato l’Augsburg, bravo ad approfittare dell’appagamento del Bayern e dell’assenza di diversi titolari.

Eh sì, perché la squadra di Guardiola si è assicurata il titolo un paio di settimane fa, con diverse giornate di anticipo sulla fine del campionato. E’ arrivato dunque il momento di pensare solo alla Champions League, lasciando che i titolari si godano qualche ora di relax in tribuna o in panchina. L’ex allenatore del Barcellona lasciava dunque riposare i vari Muller, Ribery, Robben e Lahm, lasciando spazio alle seconde linee, in vista del ritorno di Champions League contro Manchester United (1-1 il risultato all’Old Trafford).

L’Augsburg – ancora in corsa per un posto in Europa League – sperava nell’appagamento degli avversari, ma forse non avrebbe mai sperato nel risultato pieno contro i campioni di Germania. E invece ecco la vittoria che non ti aspetti, i tre punti che mai avresti sperato di guadagnare contro una delle squadre più forti del Vecchio Continente. Correva il minuto numero 31 della prima frazione di gioco, quando Baier soffiava la palla a Weiser e serviva Molders. Il numero 33 non si lasciava pregare e scagliava un missile sotto la traversa, beffando il portiere titolare Neuer.

Mancava ancora un’ora al fischio finale, ma il Bayern non riusciva a bucare la rete dei padroni di casa, arrestando la propria corsa dopo ben 53 partite di campionato.

Photo Credits | CHRISTOF STACHE/AFP/Getty Images

0 condivisioni e commenti
Condividi e commenta!

Commenti