Cosa è successo con Leclerc a Montecarlo: retroscena ed una sveglia per la Ferrari

La situazione in casa Ferrari dopo il disastro dello scorso weekend

di Maria Barison 1 Giugno 2022 11:22
Spread the love

Sono trascorsi ormai alcuni giorni dal tanto discusso Gran Premio di Monaco, ma Leclerc sembra non abbia ancora trovato pace per le incertezze di strategia del team, per le quali è passato da un successo quasi garantito al quarto posto che sa di beffa. Niente podio ed altri punti lasciati in classifica a Verstappen che rischiano di pesare non poco a fine stagione. Bisogna capire come siano andate le cose domenica scorsa.

Sainz ha poi montato le gomme dure da asciutto tre giri dopo. In quei secondi, anche Leclerc è stato inizialmente chiamato, per poi sentirsi dire di restare fuori quando ormai era troppo tardi. Dunque, quella chiamata è arrivata troppo tardi, il tempo totale di Leclerc ai box di quattro secondi in più rispetto a quello del suo compagno di squadra quando la Ferrari ha raddoppiato le fermate contemporanee, è stata fatale. Un’incertezza difficile da spiegare, visti i livelli di cui parliamo, che lo ha visto scivolare al quarto posto dietro il vincitore Sergio Perez, Sainz e la seconda Red Bull del rivale per il titolo Max Verstappen.

Da Leclerc la sveglia alla Ferrari dopo Montecarlo

Detto questo, in casa Ferrari serve una scossa a 360 gradi. Ieri non è stato commesso un errore. Umano e giustificabile. Ieri ci sono state almeno quattro o cinque letture completamente sbagliate in 20 minuti. E questo no, non è accettabile, se vuoi competere a certi livelli. Serve una svegliata per tutti, come è stato detto giustamente su Sainz due settimane fa. La seconda guida del Cavallino quest’anno non ha dato ancora un grosso contributo al compagno di squadra, ma le ultime apparizioni ce lo mostrano comunque in crescita.

Arrivati a questo punto, occorre che a Leclerc sia dato anche un team, visto che rispetto ad un anno fa la macchina c’è. Sarebbe un grosso peccato sprecare tutto questo potenziale, dopo l’enorme lavoro fatto per rendere la macchina finalmente più competitiva dopo anni tanto complicati in casa Ferrari.

Nonostante Leclerc abbia avuto una pausa considerevole durante un periodo di bandiera rossa causata dal pesante schianto di Mick Schumacher contro le barriere delle Piscine, nel frattempo, il monegasco ha rivelato di aver “usato il tempo intermedio solo per calmarmi – perché come potresti aver visto, ero piuttosto arrabbiato. Raramente abbiamo visto il pilota della rossa così arrabbiato, ma la delusione è ormai alle spalle, visto che il team di Maranello non può permettersi altre distrazioni in vista delle prossime gare.

Tags: formula 1
Commenti