Il pagellone del calciomercato al 24 settembre: tra Juve, Inter, Milan e Napoli

Analisi sui movimenti di mercato delle principali squadre in Serie A

di Maria Barison 24 Settembre 2020 10:19
Spread the love

Mancano ancora due settimane circa alla conclusione del calciomercato, ma un primo bilancio sul modo in cui si sono mossi i top team di Serie A si può fare già. L’arrivo di Morata alla Juve, infatti, potrebbe essere l’ultimo di un certo peso, in quanto sblocca una situazione che era diventata ingarbugliata e che, allo stesso tempo, si legava anche ad altri club. Ad oggi, la sensazione è che senza importanti uscite (quelle di Skrinar o Douglas Costa, ad esempio), non vedremo altri colpi di un certo peso.

Il pagellone del calcio mercato a fine settembre

Juventus 6,5: premesso che esprimere giudizi con il mercato aperto e con giocatori ancora difficili da decifrare sia cosa difficile, qualche considerazione può essere fatta. La Juve, ad esempio, fa enormi passi in avanti soprattutto in difesa, acquistando virtualmente due giocatori recuperati come Chiellini e Demiral. Serve qualcosa sulle fasce, mentre a centrocampo McKennie potrebbe risolvere più problemi del previsto. Un po’ di confusione in attacco, dove Morata non appare la prima scelta di Pirlo rispetto agli obiettivi iniziali.

Inter 7: restano da sciogliere alcuni dubbi in difesa, con la partenza di Godin e forse quella di Skrinar. Il rischio è di ritrovarsi con il solo D’Ambrosio realmente adatto a giocare a destra nei 3. Bene il centrocampo e gran colpo Hakimi, qualche dubbio a sinistra con Perisic secondo l’idea di gioco di Conte. In attacco, Sanchez e Pinamonti non sembrano in grado di assicurare la giusta alternativa ai titolari.

Napoli 7: l’attacco promette scintille, ma ad oggi Allan a centrocampo non è stato ancora sostituito adeguatamente. In difesa bisogna sciogliere nel più breve possibile il nodo Koulibaly, ma in generale la squadra sembra più vicina all’idea tattica di Gattuso ad oggi.

Milan 6: Tonali è un ottimo colpo in prospettiva, ma forse si sopravvaluta l’impatto iniziale che avrà al Milan. Nonostante il buon momento a cavallo delle due stagioni, la sensazione è che serva ancora qualcosa a questa rosa.

Roma 5: manca un’idea chiara ed un progetto preciso. La mano del tecnico non si vede sul mercato. Kumbulla è un gran colpo, ma ad oggi si limita a sostituire una colonna come Smalling. Per il resto, il solo Pedro in ruoli già coperti ed il caos Dzeko solo ora in via di risoluzione.

Commenti