Leclerc ha poche aspettative sulla Ferrari 2021

Prime indicazioni sulla vettura, dopo i test che sono stati condotti in questi giorni

di Maria Barison 19 Marzo 2021 13:09
Spread the love

Meglio non farsi troppe illusioni sulla Ferrari 2021. Potremmo sintetizzare così una recente intervista di Leclerc, che ha provato a fare il punto della situazione in seguito ad alcuni test con la nuova vettura. Dopo un test pre-campionato che ci ha lasciato con più domande che risposte, in vista dell’apertura della stagione del Gran Premio del Bahrain il 28 marzo. Un ordine gerarchico che deve ancora rivelarsi.

Cosa pensa Leclerc sulla Ferrari 2021

In superficie, la Ferrari non ha nulla di speciale “sotto il cofano” della SF21 degno di nota, almeno stando a quanto raccolto durante quei tre giorni di test nel deserto. La verità verrà fuori quando potremo analizzare più da vicino la Q3 di qualificazione sabato a Sakhir, ma non sarà la Ferrari secondo Leclerc ad essere la protagonista assoluta.

Cercheremo di migliorare rispetto allo scorso anno“, ha detto alla Gazzetta Motori. “Ma non ci saranno miracoli. “Dobbiamo essere realistici: anche se lo spero, non credo che lotteremo per il Mondiale 2021. È ancora molto presto per parlare delle prestazioni della SF21. Quando ho parlato di riportare la Ferrari al vertice, era un obiettivo di medio-lungo termine, non mi riferivo direttamente al 2021. I regolamenti tecnici ci impediscono di fare quello che vogliamo sulla macchina. L’SF21 non è una rivoluzione, ma piuttosto un’evoluzione dell’SF1000“, ha spiegato il monegasco.

Lo ha confermato il capo sportivo della Scuderia Mekies in una intervista a parte: “L’obiettivo per il 2021 è dimostrare che, nonostante il regolamento praticamente congelato, la Ferrari può scalare le posizioni che contano e tornare. sopra, sarebbe già molto.

“Battere le squadre al centro del gruppo è un obiettivo molto ambizioso che ci siamo prefissati dopo una stagione molto complicata”.

La Ferrari non ha vinto una gara lo scorso anno in quella che è stata una delle loro peggiori stagioni della storia. Il team ha vinto per l’ultima volta un titolo mondiale di F1 nel 2008 quando Felipe Massa e Kimi Raikkonen si sono uniti per vincere il titolo costruttori; il finlandese ha vinto il suo ultimo titolo piloti nel 2007.

“Quest’anno sarà un anno di compromesso tra il lavoro per il 2021 e quello per il 2022”, ha previsto Mekies. “Il lavoro di sviluppo della vettura si concentrerà principalmente sulle prime tre o quattro gare. Successivamente le risorse saranno indirizzate all’auto del 2022. Vedrai che tutte le auto, da metà stagione in poi, non avranno più sviluppi significativi”.

Staremo a vedere se la Ferrari 2021 riuscirà a regalarci qualche sorpresa.

Tags: ferrari
Commenti