Scherma, la Vezzali incinta chiede un consiglio ai fan di twitter

La fiorettista azzurra ha chiesto ai suoi fan di twitter di consigliarle un nome per il prossimo figlio.

di Marco Ferraro 28 novembre 2012 19:50

Voi fareste scegliere il nome di vostro figlio che sta per nascere a dei perfetti sconosciuti? Valentina Vezzali risponderebbe sicuramente di sì, visto che ha deciso che il nome del prossimo pargolo verrà deciso dai suoi fan di twitter. La schermitrice marchigiana ha infatti deciso di chiedere ai suoi tanti tifosi il nome per il figlio maschio che nascerà a maggio 2013, il secondo dopo il primogenito della coppia Vezzali- Domenico Giugliano, Pietro, diventato celebre quasi quanto la madre grazia alla pubblicità di una nota marca di snack. La bizzarra iniziativa, è stata rivelata dalla schermitrice jesina nel corso di un’intervista concessa al settimanale di gossip “Chi”, che uscirà in edicola domani. Nell’intervista infatti, oltre all’annuncio della gravidanza, la Vezzali rivolge un vero e proprio appello ai suoi followers di Twitter per aiutarla a trovare un nome per il suo secondo genito.

La Vezzali, più volte medaglia d’oro alle Olimpiadi e bronzo in singolo e oro a squadre agli ultimi Giochi di Londra, ha rivelato anche di volere una bambina, ma che per il momento dovrà accontentarsi (si fa per dire) del secondo maschietto: “Desideravo una bimba. Anzi, dal 2004 aspettavo Ginevra, questo il nome che avrei dato a mia figlia. Pazienza. Il buon Dio ha voluto così e va benissimo. Sarò circondata da uomini: due figli maschi, mio marito e anche Goan, il nostro labrador, è maschio!”. La fiorettista marchigiana non ha parlato solamente della sua gravidanza, ma ha anche rivelato quali sono i suoi obiettivi sportivi per il futuro, con uno sguardo dritto verso le Olimpiadi di Rio de Janeiro del 2016: “Il mio obiettivo sono le Olimpiadi in Brasile, a Rio de Janeiro. Anche se avrò 42 anni, punto alla vittoria. Sento dentro di me il sacro fuoco della competizione. No, non è ancora il momento di mollare. Diciotto giorni dopo la prima gravidanza, durante la quale avevo preso trenta chili, ero già in gara. E quattro mesi dopo avevo vinto il titolo di campione del mondo. Figuriamoci se mi fermo ora. Ora mi godo la gravidanza, ma poi voglio tornare più forte di prima. La pedana, la medaglia, la gara fanno parte della mia vita”.

0 condivisioni e commenti
Condividi e commenta!

Commenti