Le pagelle del Mondiale di Formula 1 2019: Hamilton marziano, Vettel bocciato

Analizziamo insieme promossi e bocciati in una stagione con note positive davvero sporadiche per la Ferrari

di Roberto S. 6 Novembre 2019 16:24

Manca solo l’ufficialità e la matematica, ma Hamilton è ormai campione del mondo ed anche questa stagione di Formula 1 2019 è ormai segnata per la Ferrari. Un’annata stregata per il Cavallino, caratterizzata da tantissimi errori sia da parte dei piloti, sia dal punto di vista delle strategie durante la gara, come del resto abbiamo avuto modo di notare durante il recente appuntamento in Messico. Tante le domande che occorre porsi a Maranello in vista del 2020.

Formula 1 2019

Formula 1 2019

La pagelle del Mondiale di Formula 1 2019

Detto questo, proviamo ad analizzare più da vicino il Mondiale di Formula 1 2019, in riferimento alle prestazioni dei singoli piloti che si sono dati battaglia in pista fino a questo momento. Come avviene sempre con approcci di questo tipo, rispetto all’anno scorso c’è chi sale e chi scende di rendimento. Inutile dire che Hamiliton sia attualmente di un altro pianeta, nonostante la sua Mercedes su diversi tracciati non è apparsa certo imbattibile:

Hamilton 8,5: un autentico marziano. Rispetto ai primi anni di carriera, ha imparato a gestire i momenti della stagione e la sua auto su quei tracciati in cui la Mercedes non pare particolarmente in palla. Più che le vittorie, alcune delle quali assolutamente pazzesche, fanno effetto soprattutto i piazzamenti portati a casa che nel computo di una stagione fanno tutta la differenza del mondo nell’attuale Mondiale di Formula 1 2019.

Bottas 7: c’è stato un momento, durante la stagione, in cui si è avuta la sensazione che potesse addirittura impensierire il suo compagno di squadra. L’annata resta ottima a la crescita, anche in termini di maturità, è apparsa evidente.

Leclerc 7: la striscia (o meglio, mini striscia), dopo un periodo di adattamento. Il talento c’è tutto e, con il giusto supporto del team, potrebbe essere lui il vero antagonista di Hamilton nella corsa al titolo del 2020. Serve però una serie di gare con strategie non toppate.

Vettel 4,5: male, malissimo. Solo a sprazzi il lampo del campione, al netto dell’ingiustizia canadese. Mentalmente non c’è mai stato e tutta la Ferrari ha pagato a caro prezzo una stagione completamente toppata;

Verstappen 6: ci si aspettava di più nell’anno della potenziale consacrazione, ma lo sviluppo della sua vettura non è stato all’altezza del talento di questo ragazzo. In più una leggera involuzione.

Commenti