Le pagelle di Inter-Napoli: esame importante per Lukaku

Un approfondimento sul match che è andato in scena a San Siro

di Maria Barison 17 Dicembre 2020 2:47
Spread the love

Una partita delicatissima per gli equilibri di questa Serie A, considerando quello che c’era dietro Inter-Napoli andato in scena a San Siro. Un match fondamentale per comprendere chi poteva realmente tenere il passo del Milan, ma anche rappresentare una valida alternativa alla Juventus. Soprattutto dal punto di vista simbolico, considerando che classifica alla mano queste squadra sono fondamentalmente vicine tra loro. Tema ancor più delicato per i nerazzurri, ad una settimana di distanza dalla cocente eliminazione in Champions League.

Le pagelle di Inter-Napoli

Quali sono gli spunti più interessanti che possiamo estrarre dalle pagelle di Inter-Napoli? Indubbiamente sotto la luce dei riflettori c’era soprattutto Lukaku. Il centravanti belga ha completamente fallito il primo match bivio della stagione nerazzurra. I principali imputati per l’eliminazione dalla Champions League, infatti, sono stati proprio Conte coi suoi cambi tardi e l’ex Manchester United. Inutile dire che in tanto hanno guardato con interesse anche la prova di Barella, dopo aver trascinato i suoi compagni in occasione dell’importante rimonta sul campo del Cagliari domenica scorsa. Esaminiamo dunque le singole prestazioni:

Handanovic 7,5: finalmente una prestazione degna della sua fama, dopo un inizio di stagione non esattamente brillantissimo. Superbo su Insigne;

Skrinar 6,5: qualche fallo di troppo nel finale, ma nel complesso appare il più in condizione tra i tre del pacchetto difensivo;

De Vrij 5,5: soffre più del previsto Petagna, che nel finale lo grazia girando di sinistro sul palo;

Bastoni 6: riesce a limitare abbastanza bene Lozano, ma manca moltissimo in fase di costruzione;

Darmian 6,5: decisivo nel conquistare il rigore e nel dare il giusto supporto a Skrinar per contenere Insigne;

Barella 6,5: anche stasera dà tutto in campo. Pecca in lucidità, ma la sua energia è indispensabile per la squadra;

Brozovic 5,5: troppi errori nella prima costruzione e in alcuni casi deve ricorrere al fallo tattico per recuperare;

Gagliardini 5,5: si fa sentire soprattutto nel primo tempo, ma andando avanti cala sensibilmente anche in copertura;

Young 6: si limita al compitino, facendo quello che può su Lozano. Non spinge mai;

Lukaku 5,5: sempre freddo dal dischetto, ma il duello con Koulibaly non lo ha vinto quasi mai;

Lautaro Martinez 5: un fantasma. Non tiene mai palla e si divora un gol clamoroso nel primo tempo.

Tags: inter
Commenti